Questo sito e' in vendita. Altre informazioni su SitoAutorevole.it, il piu' grande Marketplace italiano di siti autorevoli e gia' avviati


LibreSoftware.it

Software libero (o quasi...) per libere menti

Ancora due parole sulle estensioni per LibreOffice

Torniamo a parlare di estensioni per LibreOffice

Un lettore che segue LibreSoftware su Google+ mi ha fatto notare (giustamente, e lo ringrazio) che il post sulle estensioni per LibreOffice che ho recentemente pubblicato non è completo, per cui ho deciso di aggiungere questa “seconda puntata” in modo da esaurire l’argomento.

In effetti, esiste una scorciatoia per l’installazione delle estensioni che non ho menzionato. Non perché non la conosco, ma per un mio brutto vizio, che consiste nell’affrontare sempre, prima di qualunque altra, la strada più complicata, convinto come sono che sia sempre la migliore per comprendere appieno l’argomento.

Comunque, è giusto e doveroso che questo blog offra sempre l’informazione più completa ed esaustiva sugli argomenti trattati, indipendentemente dalle mie convinzioni personali. E sono molto contento quando mi “rimproverate” se commetto qualche mancanza. In primo luogo perché la vostra collaborazione è molto importante per me, e poi perché significa che i miei post meritano la vostra attenzione.

Una scorciatoia per l’installazione

Torniamo all’argomento estensioni, e precisamente al punto in cui abbiamo scaricato quella che ci interessa dal sito dello sviluppatore o da quello ufficiale di LO. Attenzione! Non scaricate mai nulla da siti della cui affidabilità non siete più che sicuri: il malware si nasconde dappertutto!

Adesso abbiamo il nostro file “.oxt” sul’hard disk. Bene, a questo punto basterà cliccare sul file (o fare doppio click, a seconda delle impostazioni del vostro computer) per avviare automaticamente il gestore estensioni che, dopo avervi chiesto conferma, procederà all’installazione.

LOConfermaInstallazione.png

 Occorre prò ricordare che in questo modo otterrete una installazione “privata”, in altre parole l’estensione verrà installata solo per l’utente attivo e non potrà essere condivisa da altri utenti. Questo comunque non è quasi mai un problema (anzi, ciascuno si faccia le installazioni sue!).

Altri formati di file

Se avete osservato bene la finestra di selezione file del gestore estensioni, avrete notato che sono accettati altri due tipi di file, oltre al canonico “.oxt”. Sono: “.uno.pkg” e “.zip”. La prima delle due estensioni, a quanto mi risulta (se sbaglio correggetemi), è una eredità delle prime versioni di OpenOffice ormai in disuso, mentre la seconda indica semplicemente un file compresso. È preferibile, comunque, non usare nessuna delle due, visto che solo i file “.oxt” sono sicuramente compatibili e vengono installati correttamente da tutte le attuali versioni di LibreOffice.

Con questo penso di aver detto tutto (affermazione alquanto presuntuosa!). Naturalmente i commenti sono sempre disponibili per correzioni e aggiunte. Intanto…

Stay tuned!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress Anti Spam by WP-SpamShield

LibreSoftware.it © 2015 Frontier Theme